Quotidiano di eventi e tempo libero
Facebook Twitter Google Plus

Pistoia e la lingua dell’Italia unita: giornata di studio alla biblioteca Forteguerriana

Martedì 14 novembre - ore 9,30 - Pistoia - “Pistoia e la lingua dell’Italia unita”: giornata di studio alla biblioteca Forteguerriana - Martedì 14 novembre in sala Gatteschi dalle 9.30

 

Martedì 14 novembre in sala Gatteschi della biblioteca Forteguerriana si terrà una giornata di studi dal titolo “Pistoia e la lingua dell’Italia unita”.

Il focus del convegno è l’indagine sull’apporto degli intellettuali pistoiesi alla formazione della lingua dell’Italia unita.

In particolare i relatori si soffermeranno su tre figure di studiosi: Lorenzo Nesi che nel 1824 aveva pubblicato un Dizionario ortologico-pratico della lingua italiana, Pietro Fanfani che nel 1855 pubblicò un Vocabolario della lingua italiana e Policarpo Petrocchi.

Il suo Nòvo dizionàrio universale della lingua italiana, uscito a Milano per l'editore Treves prima in dispense (1884-1890) e poi in due volumi (1891), diventò per circa cinquant'anni il vocabolario di tutti gli italiani.

 

Il convegno si apre con l’intervento del presidente dell’Accademia della Crusca Claudio Marazzini su “Risorgimento e lingua italiana”

Seguono Giorgio Petracchi (ex professore ordinario all’univeristà di Udine) con “Pistoia nell’età del Risorgimento: cultura e società” e Massimo Fanfani (Università di Firenze) con “Filologi e letterati a Pistoia prima dell’Unità”

 

Il convegno si articola in due sessioni.

 

La prima sessione tratterà di “Accademici, lessicografi e problemi di lingua”

Andrea Bolognesi  (studioso di storia locale): “Lorenzo Nesi: la vita e le opere”.

Piero Fiorelli (Università di Firenze e accademico della Crusca): “Lorenzo Nesi e il dizionario

ortologico”.

Stefano Calonaci  (Università di Siena): “Un intellettuale toscano dell’ottocento: Pietro fanfani tra incarichi pubblici, erudizione e lessicografia”.

Angela Frati (Università di Firenze e accademica della Crusca): “Per un ritratto dell’Arcangeli”

Caterina Canneti (Università per stranieri di Siena): “L’attività lessicografica di Atto Vannucci all’Accademia della Crusca”

Antonio Vinciguerra (Università di Firenze): “Dentro una larga cornice di spropositi: la Pratica della grammatica per le scuole elementari del circondario di Pistoia (1887)”

 

La seconda sessione avrà per oggetto “Un letterato multiforme: Policarpo Petrocchi”

 

Paola Manni (Università di Firenze): “Rimeditando “Il Petrocchi”: fortuna e struttura di un vocabolario”

Elena Felicani (Università di Firenze): “L’esattezza dell’elocuzione calzante all’idea. Per uno studio del commento di Policarpo Petrocchi ai Promessi sposi”

Lisa Zini (studiosa della lingua pistoiese): “Dall’Assommoir all’Assommuàr: le vicende di una traduzione”

 

La manifestazione, promossa dal Comune di Pistoia, Società Pistoiese di Storia Patria, Brigata del Leoncino, Comitato Pistoiese per la promozione dei valori risorgimentali, avrà inizio alle 9.30.

Presiede Luca Mannori, ordinario di Storia delle istituzioni politiche dell’univeristà di Firenze.

La Scheda