Al teatro Moderno una serata musicale, per acquistare strumenti per i bimbi di Borbona

Galleria immagini

Venerdì 22 dicembre alle ore 21 - Agliana - Una serata di grande musica, capace di unire alta qualità artistica e spirito solidale.

Venerdì 22 dicembre, a partire dalle ore 21, il teatro Moderno ospita l'iniziativa “Uno strumento per Borbona: gemellaggi digitali a prova di sisma”, pensata e organizzata per dare vita a un gemellaggio “ideale e digitale” con il paese di Borbona, in provincia di Rieti, gravemente colpito dal sisma dello scorso anno.

Il ricavato della serata (ingresso: 10 euro posto unico) sarà devoluto per la realizzazione di un progetto che, in accordo con la scuola di musica di Borbona, mira all'acquisto di strumenti musicali per i bambini alle prime esperienze di musica. Un modo per favorire la crescita, l'educazione e la socializzazione dei bambini attraverso quello straordinario strumento di arte e di conoscenza rappresentato dalla musica, ma anche per aiutare i più piccoli della comunità a superare il trauma del sisma e a tornare lentamente alla normalità.

L'iniziativa è realizzata con il sostegno e il finanziamento di Anci Innovazione e Anci Toscana e il patrocinio di Associazione culturale Il Moderno, Comune di Agliana e Comune di Borbona. Nel corso della serata saranno presenti e interverranno i sindaci e gli assessori alla Cultura delle due comunità coinvolte nel gemellaggio, gli insegnanti della scuola di musica di Borbona e i rappresentanti di Anci.

Molto ricco e di alta qualità il parterre degli artisti che hanno aderito all'iniziativa. Sul palco del Moderno si esibiranno il Geometra Mangoni, in un gradito ritorno ad Agliana dopo il concerto dello scorso febbraio, Eleviole?, con il suo folk pop intriso di sonorità elettroniche, la cantautrice Giada Attanasio, Il Clan dei Nomadi, tribute band ufficiale dei Nomadi, L'Isola di Uait, cover band dei migliori artisti italiani degli anni Sessanta e Settanta, e Play Coldplay, tribute band della nota formazione rock britannica.

La serata musicale sarà preceduta da un incontro pomeridiano (ore 18,30), in cui gli amministratori e i rappresentanti della comunità di Borbona incontreranno cittadini, associazioni, amministratori per parlare e rispondere alle domande sulla gestione dell'emergenza e la ricostruzione del senso di comunità, oltre che dei crolli veri e propri.

Un'esperienza che ha profondamente segnato questa piccola comunità di poco di più di seicento abitanti, giunta adesso, a distanza di oltre un anno dal terremoto, nella lenta fase di ricostruzione e riprogettazione del paese. E un'esperienza che i borbonesi intendono condividere con cittadini e associazioni del territorio aglianese, per dimostrare come sicurezza, prevenzione e organizzazione possano limitare i danni causati da un evento così devastante.   

Per il programma dettagliato vedere immagine allegata. Prenotazioni e informazioni: info@ilmoderno.it 

La Scheda